Giflex: l’imballaggio flessibile ha il suo simbolo identificativo

Giflex

È un pittogramma semplice ma che allude a molti elementi tipici dell’imballaggio flessibile. È composto da due fogli sottili che si chiudono come a contenere, con delicatezza, lo spazio. Una sintesi della funzione dell’imballaggio.

Fluttua nell’aria, leggero e crea un effetto tridimensionale. La circolarità del movimento del logo allude alla circolarità della filiera dei materiali e crea un’allusione ai materiali diversi di cui sono composti gli imballaggi rappresentati dagli associati Giflex.

“Siamo designer e come tali dobbiamo fare un’opera di sintesi. Ovvero, tra le nostre tante nature trovare ciò che ci identifica e ci aiuta a raccontare con semplicità e chiarezza il nostro valore identitario” ha raccontato Alberto Palaveri durante la presentazione al Congresso di Roma del nuovo simbolo e linea di comunicazione che favoriranno le attività di comunicazione, lobbying e advocacy dell’Associazione nei prossimi mesi.

“Per essere riconosciuti, dobbiamo essere riconoscibili e per difendere i nostri valori dobbiamo creare valore. – Ha continuato Palaveri – Il nostro nuovo viaggio verso inizia da questo simbolo leggero, moderno, dal sapore di design quasi industriale ma allo stesso tempo morbido, allegro, positivo.”

Un simbolo che include in sé unicità ed essenzialità dell’imballaggio flessibile, risultato di ingegno creativo e innovazione tecnologica costante, per garantire la massima sicurezza e qualità dei prodotti che consumiamo ogni giorno.

Perché il valore dell’imballaggio flessibile, in termini economici, sociali, tecnologici e ambientali, rappresenta un patrimonio sempre più importante per lo sviluppo dell’economia e le esigenze dei consumatori.

Perché gli imballaggi flessibili sono leggerezza che avvolge.

Giflex
il logo Giflex per gli imballaggi flessibili
Share Post