Marca e Fieragricola posticipate dopo gennaio

Fieragricola

L’escalation degli indicatori pandemici registrati, le previsioni del picco nei contagi nelle prossime settimane e le conseguenti limitazioni nei trasferimenti nazionali e internazionali sono alla base della decisione di posticipare lo svolgimento della 18esima edizione di MarcabyBolognaFiere, programmata nelle giornate del 19 e 20 gennaio 2022 e la 115ª edizione di Fieragricola (International Agricultural Technologies Show), inizialmente prevista dal 26 al 29 gennaio.

Marca

Marca – la seconda fiera in Europa del settore MDD e salone internazionale sui prodotti a Marca del distributore – si svolgerà il 12 e 13 aprile 2022. Con l’obiettivo di assicurare una presenza dei buyer italiani esteri in linea con gli standard dell’evento, BolognaFiere, in accordo con ADM, Associazione Distribuzione Moderna, anche dopo un ampio confronto con gli espositori e gli operatori, ha reputato opportuno posticipare alla primavera la manifestazione leader nazionale per il settore MDD. Le oltre 900 aziende che hanno aderito a questa edizione dell’evento, confermandone la strategicità per lo sviluppo del business a livello globale, potranno in questo modo contare in un contesto in cui, a seguito del rapido avanzamento delle campagne vaccinali, sarà superata l’attuale situazione di incertezza e ristabiliti anche i collegamenti internazionali.

Fieragricola

Veronafiere in accordo con le filiere produttive ed in linea con le scelte adottate anche dagli altri principali organizzatori fieristici europei di fronte all’aumento dei contagi a livello globale, modifica il calendario di alcune rassegne internazionali b2b (business to business) in programma tra gennaio e febbraio 2022.
A seguito di tale decisione, la 115ª edizione di Fieragricola (International Agricultural Technologies Show), inizialmente prevista dal 26 al 29 gennaio, è stata riprogrammata dal 2 al 5 marzo 2022.

Le variazioni nel calendario invernale di Veronafiere sono state condivise con le associazioni di categoria e gli espositori e riguardano rassegne b2b di livello internazionale. L’obiettivo dei rinvii, infatti, è quello di garantire un’adeguata presenza dall’estero di aziende e operatori specializzati che oggi, altrimenti, non potrebbero partecipare per le limitazioni agli spostamenti causate dalla situazione pandemica. 

Grazie ai protocolli di prevenzione validati dal CTS e continuamente aggiornati e in ottemperanza con quanto previsto dal “Protocollo Covid 19” della associazione di categoria AEFI (Associazione esposizioni e fiere italiane), Veronafiere ha ripreso la propria attività in presenza e nella massima sicurezza già da giugno 2021, con la special edition di Motor Bike Expo. In fiera si entra soltanto con super green pass: un sistema che ha dimostrato la propria validità anche in occasione di rassegne consumer di grande pubblico. 

Share Post