martedì, 20 Aprile 2021

Leister aiuta l’export con la certificazione UL

Il riscaldatore autonomo Mistral di Leister, multinazionale svizzera esperta in soluzioni ad aria calda per l’industria di processo, è ben conosciuto da molti produttori di impianti e macchinari inseriti in contesti dove l’aria calda è utilizzata come elemento riscaldante. 

Le possibilità d impiego di Mistral sono molteplici, anche a motivo dell’ottimo rapporto fra dimensioni e potenza: con soli 1,4kg di peso, ha una potenza di 3400 W e la capacità di erogare fino a 300 litri d’aria al minuto (a 20°C), mentre può scaldare l’aria in uscita fino a una temperatura di 500°C. 

Queste caratteristiche consentono a Mistral di portare il calore là dove serve nel processo industriale, riducendo al minimo l’impiantistica meccanica ed elettrica a supporto. 

Un beniamino del food & beverage

Mistral è particolarmente apprezzato dai produttori di macchinari per l’industria alimentare e del beverage, dove l’aria calda trova molteplici impieghi: dall’essiccazione di materie prime e prodotti, all’asciugatura e sterilizzazione di recipienti, dalla termoretrazione di etichette, sigilli di garanzia o imballaggi, al miglioramento dell’aspetto estetico del prodotto finito nella produzione dolciaria. 

Questi processi consentono all’aria calda di dispiegare i propri vantaggi: efficienza, semplicità, pulizia e mantenimento delle caratteristiche organolettiche dei cibi e delle bevande.

Un supporto al Made in Italy

Nel segmento dei macchinari per l’industria alimentare, da sempre il Made in Italy è apprezzato in tutto il mondo: una notevole percentuale delle soluzioni prodotte in Italia è destinato all’export. E se tradizionalmente molte delle nostre esportazioni hanno sempre raggiunto i Paesi emergenti (BRICS e MINT), nel settore del packaging alimentare ha conosciuto una notevole espansione in anni recenti la domanda da parte del Nord America. 

Le nostre aziende italiane che esportano macchinari verso USA e Canada non possono esimersi dall’affrontare il tema della certificazione UL. Rilasciato dall’omonimo ente di certificazione indipendente, il marchio UL testimonia la conformità del produttore ai rigidi standard di sicurezza del mercato nordamericano. 

In quest’area geografica, nonostante la marcatura CE rappresenti uno standard riconosciuto a livello globale per la sicurezza dei prodotti, il riferimento è la certificazione UL: il produttore che impieghi componenti privi di tale marchio può trovarsi davanti a numerosi ostacoli per riuscire a far certificare il suo macchinario.

Il marchio UL e altri vantaggi

Per questo motivo Leister si è adoperata per ottenere la certificazione UL per i riscaldatori autonomi Mistral6 nelle versioni Premium e System, che raggiungono così il saldatore manuale Triac ed i riscaldatori a doppia flangia nel novero dei prodotti Leister che hanno ottenuto questa certificazione. Un iter non privo di complessità che l’azienda ha voluto affrontare per semplificare ai propri clienti costruttori di macchine e impianti la certificazione delle loro soluzioni destinate ai mercati nordamericani.

Il marchio UL non è naturalmente l’unico vantaggio che la scelta di Mistral comporta per i costruttori di macchinari: il riscaldatore Leister è apprezzato, oltre che per il design compatto e la potenza, anche per le ridottissime necessità di manutenzione dovute al motore brushless, che lo rende ideale per l’inserimento negli impianti a funzionamento continuo. 

Ultime News

BASF Italia presenta i risultati economici 2020

In un 2020 caratterizzato fin dall’inizio dell’anno da forti tensioni commerciali internazionali e segnato, a partire da marzo, dal...

Mozzanica: la prevenzione degli incendi nell’industria chimica e farmaceutica

Nelle aziende chimiche e farmaceutiche esistono diversi fattori che possono dar luogo a un incendio. Se il rischio zero è una “utopia scientifica”, si...

IMG ottiene il Cribis Prime Company

IMG ottiene il Cribis Prime Company per l’affidabilità commerciale. Cribis, la società del Gruppo CRIF specializzata nella fornitura di informazioni commerciali, è l’unica società...

Fisair: gli effetti dell’umidità nelle camere bianche

Dall'età della pietra abbiamo cercato modi per curare la nostra specie. Ogni passo che facciamo ci porta a un altro livello di salute comune...

Un metodo per prevedere la succosità delle arance

Arriva dai laboratori universitari cafoscarini un metodo brevettato per “prevedere” la succosità delle arance senza per questo distruggere una grande quantità di frutti, ma...

Articoli Correlati